I nostri consigli

media
10 esercizi per eliminare le maniglie dell’amore


Il termine maniglie dell’amore è divenuto popolare solo nello scorso secolo, quando iniziarono a diffondersi gli esercizi addominali dedicati a migliorare questa area del corpo. Non sono altro che depositi di grasso, situati intorno all’area addominale che, quando troppo grandi, sono lo specchio di uno stato di salute che non è dei migliori: diversti studi scientifici hanno infatti provato che il grasso viscerale fa salire la predisposizione a malattie cardiovascolari e diabete.

Una raccomandazione: parliamo di soggetti che sono in sovrappeso o in situazioni peggiori, quando le vostre maniglie dell’amore non sono eccessive, non devono essere fonte di preoccupazione.

Certo, se non vi piacciono esteticamente, potete seguire i consigli che vi daremo di seguito per ridurle.

Come eliminare le maniglie dell’amore

 Gli esercizi utili a ridurre le maniglie dell’amore sono, per buona parte, eseguibili anche comodamente a casa e a corpo libero, quindi senza bisogno di particolari attrezzature, vediamoli insieme.

Addominali laterali di base

Gli esercizi per gli addominali, quelli centrali, sono noti a tutti. Per ciò che concerne gli addominali laterali, c’è un esercizio molto semplice per allenarli, che consta del piegarsi su un fianco e poi sull'altro in maniera alternata: si possono impugnare dei pesi tra le mani (anche degli oggetti facilmente impugnabili) rendendo l’esercizio ancora più efficace.

Bicycle crunch

Per eseguire questo esercizio, bisogna stendersi con la schiena bene appoggiata per terra e le mani dietro le orecchie, alzare le gambe a formare un angolo di 90°, per poi portare il ginocchio verso il petto e ruotare il gomito dell’arto opposto verso la gamba alzata. Ripetere dell’altra parte.

Quando si porta una gamba verso il petto, si distende l’altra.

Russian twist

Si comincia in posizione seduta con le ginocchia piegate e i piedi appoggiati a terra, per poiportare le spalle indietro e ruotare il bacino, tenendo la schiena ben dritta.

È necessario assumere una posizione comoda e contrarre i muscoli addominali portando la pancia in dentro. Allungare le braccia di fronte a sé ed eseguire una torsione del busto su entrambi i lati senza muovere le gambe.

Per renderlo più efficace, si può utilizzare una palla medica da 4 o da 6 chili da tenere tra le mani.

Plank knee

Cominciare tenendo le braccia tese a terra (pancia in giù), aperte alla larghezza delle spalle, e schiena dritta, in equilibrio sulle punte dei piedi. Inspirare ed espirando far salire il ginocchio sinistro verso il petto, eseguendo un salto, per poi cambiare cambia gamba.

High plank sulle mani

Porsi in posizione di plank con le braccia tese aperte più della larghezza delle spalle e con le gambe tese.

È sempre importante concentrarsi sul respiro e tenere ferma la posizione. Per riuscire a mantenere la schiena dritta, portare la pancia in dentro. Tenere la posizione per 30 secondi.

Low plank

SI parte in ginocchio con i gomiti a terra, tenendo indietro le gambe tese appoggiando i piedi sulle punte e alzando il bacino ponendo la giusta attenzione a mantenere la schiena dritta e parallela al pavimento. Portare la pancia in dentro e contrarre i glutei, tenere la posizione per 30 secondi.

Side plank sul gomito

Una variazione dell’esercizio precedente. Si comincia su un fianco con la schiena dritta e il gomito sinistro poggiato a terra. Inspirare ed, espirando, alzare il fianco fino a creare una linea dritta col corpo. Tornare giù, ma senza appoggiarsi totalmentea terra.

Side plank sul braccio

Altra variante che comincia stando stesi su un fianco, per poi staccare il fianco da terra appoggiandosi sul braccio teso. L’altro braccio resta appoggiato sull’altro fianco oppure steso dritto verso l’esterno. I piedi sono l’uno sull’altro, nell’intento di riuscire a creare una forma a “T”con tutto il corpo.

Elevated plank

Qui abbiamo bisogno di una panca o una palla fitness per appoggiare i piedi. Inspirando ed espirando, ci si mette in posizione di plank con i piedi appoggiati sulla palla e le mani a terra.

Mantienere sempre la schiena dritta e la pancia in dentro ed eseguire i normali esercizi da plank Stando fermi o alternando come spiegato in precedenza).

Corsa

Oltre alle plank che, come abbiamo visto, sono gli esercizi migliori per ridurre il grasso viscerale e tonificare i muscoli dell’addome, torna sempre molto utile la corsa, che ci permette anche di depurarci, attraverso la sudorazione, e di sostenere la riduzione del girovita e, di conseguenza, delle maniglie dell’amore.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)