I nostri consigli

Colpo della strega, come evitarlo

Il “colpo della strega” è un evento traumatico che porta alla contrattura della muscolatura lombare, accompagnato da un forte dolore che limita o impedisce, i movimenti della schiena.

Nelle manifestazioni più acute costringe a restare in posizione piegata, in modo innaturale, a circa 45°, per qualche giorno.

Generalmente, il disturbo può presentarsi in seguito all’esecuzione di un movimento brusco o di una torsione della schiena, che provoca l’irritazione delle terminazioni nervose vertebrali, fenomeno che porta alla contrazione della muscolatura paravertebrale.

Cause

Possiamo affermare che il più delle volte il colpo della strega è la conseguenza di un movimento male eseguito.

Le cause più ricorrenti sono:

  • Uno sforzo eccessivo, specialmente se non si è allenati o abituati a compierlo.

  • Una torsione improvvisa e brusca del busto.

  • Un piegamento repentino della colonna vertebrale.

In gran parte dei casi, quindi, il dolore si presenta quando si compiono movimenti improvvisi “a freddo”, come dopo un periodo di riposo prolungato o dopo avere mantenuto la stessa posizione per diverso tempo.

Prevenzione

Un singolo episodio di colpo della strega può essere gestito senza preoccupazioni.

La probabilità di provare questo tipo di dolore muscolare può crescere se si è sedentari, se il corpo e la mente sono stressati, quando si è in sovrappeso o si soffre di obesità.

Ci si può proteggere dal colpo della strega, quindi, in diversi modi.

Di base c’è il bisogno di evitare il più possibile le situazioni a rischio e di prepararsi fisicamente, anche per aumentare le proprie difese.

Dunque l'attività fisica ha un ruolo di fondamentale importanza nella prevenzione della lombalgia e del colpo della strega. È comunque utile osservare alcune precauzioni generali per proteggere la propria schiena e prevenire il colpo della strega:

  • mantenere il proprio peso forma;

  • eseguire esercizi di allungamento su base quotidiana;

  • utilizzare calzature comode, i tacchi troppo alti non ci fanno bene;

  • sedersi con il dorso ben appoggiato allo schienale, sempre (anche durante la guida);

  • sollevare i carichi con schiena diritta e gambe piegate;

  • utilizzare reti e materassi di buona qualità;

  • coprirsi bene evitando i colpi di freddo (anche in estate con l’aria condizionata).

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Articoli correlati
21.04.2020
Allenarsi a casa, alcuni pratici consigli
Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)