I nostri consigli

media
Come sconfiggere stress ed ansia da ritorno a scuola


Le vacanze volgono al termine e per molti studenti si avvicina il ritorno sui banchi.

Durante l’estate si formano nuove routine e si vivono nuove esperienze e può risultare difficile anche per loro tornare alla quotidianità del resto dell’anno, dato che vengono vissuti complessi meccanismi emozionali, e possono quindi palesarsi stress e ansia da ritorno a scuola.

Cause

Lo stress e l’ansia da rientro vengono spesso causati dal dovere di tornare a rispettare orari precisi, a essere sottoposti verifiche, ma anche ad aspetti non del tutto negativi come l’emozione di rivedere i propri compagni: sono comunque azioni che necessitano di un lavoro psicologico importante.

Lo stato ansioso può essere dovuto anche alla preoccupazione di non aver scelto la scuola giusta o di non esserne all’altezza, di essere travolti dal senso di responsabilità. Quando tale stato è eccessivo, potrebbe anche essere sintomo di depressione e non va sottovalutato, in quanto potrebbe dar luogoa un disturbo dell’umore con susseguente disinteresse scolastico e difficoltà di integrazione sociale.

Rimedi

In ognuno di tali casi è necessaria la collaborazione scuola-famiglia per comprendere al meglio l’eventuale malessere del ragazzo trovare insieme possibili soluzioni, che possono essere di diverso tipo.

Soprattutto per quel che riguarda i bambini, è molto importante iniziare dal recupero graduale dei ritmi veglia/sonno ancor prima che la scuola inizi, e parlando con loro di come sarà l’esperienza a scuola in generale. Anticipare (seppur di poco) i tempi, cominciando a preparare i materiali per la scuola e lo zaino del giorno dopo in anticipo, per evitare ansie dell’ultimo secondo, sarà molto utile.

Per ciò che concerne gli adolescenti, si deve lavorare sul far loro riconoscere la scuola come un’occasione di libertà ed emancipazione rispetto ai genitori, un luogo perfetto per conoscere nuove persone e per confrontarsi con i coetanei.

Il dialogo quotidiano, a prescindere dall’età,resta comunque il metodo migliore per tranquillizzare i propri figli e comprenderli, e va approfondito consultando anche i loro docenti.

Spesso, aiutarli a coltivare nuovi hobby o passioni, magari nate proprio in estate, può essere una delle migliori soluzioni

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)