I nostri consigli

Dieta detox: alcuni consigli

Intraprendere un breve periodo di dieta disintossicante può rappresentare una buona abitudine praticamente per tutti. Si tratta di un’azione che porta notevoli benefici al nostro organismo, il quale viene costantemente intossicato da tantissimi fattori diversi. Le tossine, infatti, provengono sì dall’alimentazione, ma anche dalle emozioni negative, dalle cattive abitudini e dall’inquinamento ambientale.

Il fegato è il disintossicatore naturale dell'organismo, l'organo vitale alla base di ogni tentativo di depurazione. Quando non riesce più a eliminare i prodotti di scarto come dovrebbe, batteri e tossine si accumulano nel sangue, e ne risentono energia e benessere dell'organismo in generale.

Disintossicare il corpo significa anche aumentare i livelli di energia, migliorare la digestione e contribuire a perdere qualche chilo di troppo ma soprattutto mantenerci in salute. Abituarsi a seguire una dieta depurativa, di tanto in tanto, ci aiuta a eliminare i radicali liberi che causano la maggior parte delle malattie.

La dieta tipo dovrebbe apportare circa 1000-1200 kilo-calorie giornaliere, promuovendo l’eliminazione delle tossine accumulate dall’organismo nel corso dell’anno.

L’ideale sarebbe seguire per quattordici giorni un programma alimentare per eliminare dal corpo tutto ciò che lo danneggia e disfarci così delle tossine. Principalmente bisognerebbe evitare:

  • Alcol;

  • Fumo;

  • Formaggi/latticini

  • zucchero, miele, sciroppo d’acero, dolcificanti artificiali;

  • caffè;

  • cereali: frumento (pane, biscotti, dolci e pasta), segale, orzo, avena, farro e riso;

  • frutta secca.

Al contrario si dovrebbe aumentare il consumo di frutta e verdura cruda, riso integrale, frutta secca, sale marino e olio di oliva.

Inoltre durante la dieta detox il corpo va allenato per almeno mezz’ora al giorno. L’esercizio fisico, infatti, aumenta il flusso linfatico e la circolazione per aiutare a espellere le tossine attraverso la sudorazione.

Questi sono solo alcuni consigli, ricordiamo però l’importanza di evitare il fai-da-te ma di rivolgersi sempre a un esperto di nutrizione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)