Menu

I nostri consigli

media
Drenanti come funzionano e perché possono coadiuvare la tua dieta

I drenanti sono delle sostanze che aiutano a drenare i liquidi in eccesso, agendo sia sul sistema linfatico che su quello renale, tramite una forte azione diuretica.

I drenanti sono composti da principi attivi naturali in quanto sono caratterizzati da erbe officinali note per la loro capacità di esplicare un’azione diuretica e depurativa.

Essi posso essere sia di uso interno che di uso esterno.

I drenanti ad uso interno, sono formulati sotto forma di sciroppi, da diluire nell’acqua. Esistono anche formulazioni sotto forma di tisane. I drenanti svolgono azioni differenti: hanno un'azione diuretica, migliorano la funzione digestiva e depurativa, migliorano il microcircolo e svolgono una forte azione antiossidante.

I drenanti ad uso esterno, invece, sono delle creme ad azione drenante che vengono applicati localmente. L'efficacia di questo drenante consiste proprio nel massaggio, necessario per far assorbire la crema.

Tra i drenanti ad uso interno ed esterno sono preferibili le formulazioni in sciroppo, in quanto più concentrati e dovendoli diluire in acqua, ci costringe a bere.

Le tisane hanno invece un’azione più blanda, in quanto l’estrazione dei principi attivi non avviene mai in maniera completa e ottimale.

I drenanti sono particolarmente indicati per:

- persone che si sentono sempre gonfie;
- come coadiuvanti nei trattamenti anticellulite;
- per chi soffre di ritenzione idrica;
- per tutte le persone che hanno sempre le gambe e caviglie gonfie.

È preferibile assumere i drenanti la mattina, secondo la posologia indicata per ciascun drenante. Ovviamente l’assunzione del drenante non elimina l’obbligo di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno.
Il consiglio è quello di iniziare l’utilizzo del drenante verso maggio/giugno e di continuare per almeno 2-3 mesi.
Le creme ad azione drenante invece vanno applicate tutte le sere, con un bel massaggio per almeno un paio di mesi consecutivi.

Nello specifico i drenanti non hanno effetti collaterali, tuttavia vi possono essere dei casi in cui può manifestarsi qualche fastidio, come problemi all'intestino, pressione bassa dovuta dalla perdita di liquidi oppure giramenti di testa.


È importante ricordare che gli integratori non possono e non devono essere considerati come sostituti di un'alimentazione sana e completa. Una dieta ricca di fibre, vitamine e minerali e completata con l'assunzione di almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, necessario per garantire l'idratazione e ridurre la ritenzione idrica.

È molto importante inoltre limitare il consumo di sale e glutammato, in quanto favoriscono il ristagno dei liquidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)