I nostri consigli

media
I cambiamenti del fisico durante la gravidanza


È una pratica comune, quella di spendere del tempo davanti allo specchio a guardare il proprio corpo e a notare come muta nel tempo, e quando si aspetta un bambino, si cominciano a notare tutti quei cambiamenti graduali, a volte avvertendo anche il bisogno di garantirsi la giusta dose di bellezza.

Come cambia il fisico di una donna incinta

Nel primo mese di gravidanza non si notano enormi cambiamenti nel corpo, anche se sono già in atto: all’inizio si è in piena tempesta ormonale che, già dal secondo mese, può portare a cambiamenti di umore repentini, un seno più turgido, l’utero diventa leggermente più grande e inizia a esercitare pressione sulla vescica.

Al quarto mese le nausee dovrebbero cominciare ad affievolirsi e la pancia comincia a crescere piuttosto visibilmente, l’utero aumenta di volume per accogliere meglio il feto che continua, anch’esso, a crescere. Ovviamente il peso aumenta a causa non solo del feto, ma anche per la placenta, il liquido amniotico e anche per la ritenzione idrica, motivo per il quale è molto importante idratarsi a fondo.

Nel terzo trimestre i dolori muscolari possono aumentare di intensità, a causa dello sforzo a cui questi muscoli vengono sottoposti. Sempre in questo periodo, giunge il momento in cui la pancia si abbassa, solitamente in concomitanza con il capovolgimento del feto. Verso la fine della gravidanza tra il seno e la pancia c’è una maggiore distanza: un sollievo che dà la sensazione di poter respirare meglio.

I nostri consigli per le smagliature

Per molte donne, le preoccupazioni e i pensieri spesso riguardano cosa ne sarà del proprio corpo, dopo il parto. Le smagliature in gravidanza tendono a presentarsi verso il quinto- sesto mese, soprattutto sul ventre, ma possono comparire anche su altre parti del corpo, come seno, glutei, cosce e fianchi.

È importante prevenirle con l’alimentazione, assumendo vitamina C, che stimola la sintesi del collagene, ma anche semi e noci, ricchi di minerali che aiutano a tonificare la pelle durante il periodo di gestazione. Un’attività fisica definita in base al mese di gravidanza in cui ci si trova,consente di evitare eccessivi accumuli di peso che rischiano di portare a smagliature.

Per combattere la formazione di queste striature della pelle durante la gravidanza sono utili:

  • Alcuni oli, tra cui olio di mandorle dolci, olio di semi di lino e olio di cocco, noti per l’efficacia anti-smagliature grazie alla vitamina E in essi presente.
  • Il burro di karitè, estremamente nutriente per la cute danneggiata dalle smagliature.
  • Gel d’aloe vera, per il suo rinomato effetto idratante e lenitivo.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)