I nostri consigli

Primi malanni, come contrastarli

È giunto l’autunno, sono arrivate anche le prime piogge e i malanni di stagione sembrano essere lì dietro l’angolo pronti a palesarsi.

Il cambi di stagione dopo l’estate, con l’inverno che si avvicina, è un periodo nel quale possiamo fortificarci per contrastare i disturbi classici dei prossimi tempi.

Vediamo insieme come farlo.

L’importanza dell’attività fisica

L’attività fisica può aiutare le difese immunitarie del corpo e tenere alla larga le più comuni malattie da raffreddamento come influenza, raffreddore, tosse e mal di gola.

Farlo in maniera moderata aiuta a potenziare la capacità di contrastare i virus respiratori prima che possano insediarsi. Ricordiamoci, però, di non andare oltre le proprie capacità, dato che un eccesso di attività può, al contrario, abbassare le nostre difese.

La dieta che rinforza

Ripetiamo sempre quanto un’alimentazione sana sia il presupposto principe per restare in salute.

Spesso non si dà la giusta importanza alla frutta secca, che è ricca di rame, e i semi oleosi e i grassi buoni come l’olio extravergine d’oliva. Il pesce è un alimento indispensabile: meglio quello azzurro (sardine, alici, sgombri) ricco di omega 3.

Tutti, invece, si ricordano quanto la vitamina C sia importante per restare sani in inverno: la troviamo in arance, mandarini, limoni, kiwi e nei frutti rossi, che sono ricchi anche di antiossidanti naturali che rallentano l’invecchiamento delle cellule.

Un intestino sano significa avere una marcia in più

La quantità e la qualità dei nostri anticorpi è strettamente collegata allo stato di salute del nostro intestino, dato che gran parte delle cellule che operano insieme al sistema immunitario si trovano proprio in questa parte del nostro organismo. Per permetterne un buon funzionamento è importante assumere fibre, che troviamo in buone quantità in frutta e verdura, e fermenti lattici.

Buone abitudini

Per ciò che concerne la vita di tutti i giorni, è prima di tutto importante:

  • evitare il fumo e non abusare con l’alcol;

  • dormire bene, almeno 7-8 ore per notte;

  • curare la propria igiene personale.

Nei periodi più freddi, come anticipato, gli sbalzi termici, lo stress e l’affaticamento, sono tra le prime cause di abbassamento delle difese immunitarie, quindi risulta importante non passare da ambienti molto riscaldati a quelli freddi, e viceversa, in maniera non graduale, oltre ad evitare lo stress.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Articoli correlati
20.07.2020
Artrite reumatoide: alcuni pratici consigli
Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)