Menu

I nostri consigli

media
5 regole per superare l’insonnia

L’insonnia è un disturbo che riduce di molto la qualità della vita di chi ne soffre, influenzando l’umore ma anche diversi processi che avvengono nel nostro organismo. Quando grave, può addirittura portare a disturbi cardiovascolari, agendo negativamente anche sulla pressione sanguigna.

Riposare bene è fondamentare per mantenere il corretto equilibrio psicofisico e tenere alla larga gli episodi di ansia, tachicardia e altri disturbi che rovinano le nostre giornate.

Per superare l’insonnia bisogna mettere in atto un insieme di buone pratiche che abbiamo racchiuso in cinque regole essenziali.

Assumere alimenti amici del buon riposo

Per contrastare gli episodi di insonnia, si può adottare la dieta che alcuni definiscono “sedativa”, ovvero ricca di alimenti che supportano il buon riposo e che sono, per grandi linee, le patate bollite, i fagiolini, ma anche il pesto, le zucchine marinate e il prezzemolo, oltre a pinoli e mandorle che sono efficaci nel supportare l’organismo a dormire meglio.

La giusta integrazione

A volte la semplice correzione della dieta potrebbe non sortire gli effetti sperati: in questi casi possono tornare molto utili alcuni principi presenti in diversi integratori naturali, tra cui principalmente:

  • Valeriana: che è possibile trovare sia sottoforma di gocce sia come compresse, utile per combattere l’insonnia precoce. La si può assumere anche nelle tisane, meglio ancora se insieme a melissa, tiglio e biancospino.
  • Melatonina: si tratta di un ormone presente nel nostro corpo, che agisce da sedativo e, quando assunta con gli integratori, è efficace per far diminuire i tempi utili per addormentarsi, oltre che per dormire meglio e più a lungo.

Tenere alla larga lo stress

Quando si soffre di insonnia, il proprio stile di vita spesso è una delle cause principali: soprattutto quando i ritmi sono molto alti, possono esserci alcuni fattori stressanti che possono generare episodi ansioso-depressivi, da trattare subito, nel caso, anche con l’aiuto di uno psicoterapeuta.

Per ridurre lo stress, vanno trovate le cause, tenendole lontane, e bisogna provare a rilassarsi il più possibile con buone pratiche quali lo yoga, una camminata all’aria aperta o un po’ di attività fisica.

Lo stile di vita

È bene avere delle abitudini, delle routine, dei ritmi non troppo alti per vivere serenamente la giornata: è bene, quindi, andare a dormire e alzarsi sempre alla stessa ora, al fine di regolarizzare il proprio orologio biologico.

Anche preparare la stanza dove dormiamo può rientrare nella nostra routine: spegnere le luci e regolare la temperatura, oltre a spegnere tutti i dispositivi elettronici e non utilizzarli per almeno un’oretta prima di chiudere gli occhi, preferendo la lettura di un libro.

Il giusto movimento

L’attività fisica e lo sport ricoprono un ruolo essenziale per dormire meglio. Sono, infatti, diverse le ricerche che hanno sottolineato quanto anche solo una mezz’ora di attività fisica al giorno, possa aiutare a dormire meglio: chi effettua attività fisica con costanza, rispetto chi ha una vita sedentaria, secondo gli studi, aiuta a raggiungere un riposo di qualità.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato.
Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)